lunedì 15 settembre 2014

IDENTIKIT DEL BLOGGER PERFETTO

Alto almeno 1,80, occhi nocciola con tendenza al verde nei giorni di sole, capelli scuri (ma se è biondo e bono chiudo un occhio eh!), intelligente, divertente, colto, romantico... ecco il mio uomo ideale. 

l'illustrazione originale è di curtnerart

Ah! Dovevo descrivere il blogger? Mi son fatta prendere un po' la mano, ups, dicevo: il blogger di viaggi ideale, per me puè essere alto 1,10 o 2,30, può essere ciccione o anoressico, può avere la pelle di pesca o la buccia di arancia... non me ne frega niente, ma proprio niente. 
Io in un blogger cerco questo:

CREDIBILITÀ

la sincerità non si compra

La sincerità prima di tutto ragazzuoli. Se ti hanno invitato in un posto e fa cacare bisogna dirlo: ti stanno invitando, non ti stanno comprando! Blogger sí, marchettai no. (Perdindirindina alla fine del post mi dovrò lavare la bocca col sapone di marsiglia!)  

ORIGINALITÀ

parola d'ordine: originalità!

Ci sono 433.621 blog di viaggi in circolazione. Vuoi davvero scrivere un post su come arrivare all’aeroporto di Fiumicino? Ci sono i siti ufficiali per questo dai che lo sai! Disitinguerti dagli altri è la chiave di un blog  vincente: true story!

TRAVELOFILO


Se scrivi un blog di viaggi, viaggiare è il minimo dico io... Poi non serve andare dall’altra parte del mondo: mostra la tua città, racconta i lati sconosciuti della tua regione... ma ‘sti post “copia-incolla” no te prego! 

GRAMMATICA


Scrivere bene non dovrebbe essere un optional (nemmeno se usi la scusa che hai una tastiera straniera e hai vissuto in Spagna per 6 anni ejem!). La grammatica non è un'opinione e ogni volta che sbagliamo accento, punteggiatura o tempo verbale una fatina smette di svolazzare e muore (e al cadere fnisce nel nasino di un gattino che smette di respirare).

CULO 


Della serie "buon sangue non mente". E non parlo di un culetto di marmo che darebbe invidia anche a David, parlo dell'inclinazione naturale: blogger si nasce o si diventa? Secondo me si può diventare, ma solo se c'è una buona base di fondo: improvvisarsi blogger è da tutti, esserlo non proprio. Scrivere è un dono: puoi migliorare la tecnica, esercitarti, impegnarti, ma il buon scrittore è quello che sa giocare magistralmente con le parole regalandole vita ed emozioni. 

Ecco, questo è il prototipo del mio blogger di viaggi perfetto, qual è il tuo?

5 commenti:

  1. ahahaha se dipendesse dall'ultimo punto allora io sono ben lontana dall'essere una blogger!
    però concordo con quello che hai scritto... Mi fai sempre morire dal ridere quando leggo i tuoi post :D

    RispondiElimina
  2. Io partirei dalla consapevolezza che la perfezione non esiste...
    Continuerei col fatto che esistono Ernesto, Letizia, Elisa, Giovanni, Georgette ed Andrea: esseri umani.
    Finirei colla consapevolezza che tutto è relativo.
    Sicchè...
    Post molto bello, interessante, colorato e bene illustrato (con refuso che rende Umana quel mostro di Letizia...)
    Pace e bene...

    RispondiElimina
  3. Sei troppo simpatica, tu blogger ci sei nata!

    RispondiElimina
  4. Grazie mille a tutti per essere passati di qua e per aver lasciato un commento (e son tutti bell tra l'altro, neanche un insulto...evvai!) :)

    RispondiElimina

Commenta: è gratis e non fa male a nessuno. Bè se è una critica fa male a me, ma tanto a te che te frega, così ti sfoghi e eviterai magnare un kg di gelato al cioccolato dolce e un po' salato come fai sempre!
(*lo so che lo fai*)
P.S. si accettano anche i commenti belli e positivi.
Grazie e tante care cose!