lunedì 4 agosto 2014

HOUSESITTING: ISTRUZIONI PER L'USO

Erano gli ultimi giorni del viaggio in India, Rober stava per tornare in Spagna, io stavo per (ri)mettere piede in Malesia e l’avventura di andare a vivere in Nuova Zelanda era ormai alle porte... e noi senza nulla programmato, as usual!


Avevamo già sentito parlare di woofing e workaway, pagine dove puoi trovare lavoretti part time (2-5 h al giorno) a cambio di cibo e alloggio e ci sembravano opzioni eccellenti per viaggiare e risparmiare soldi ma c’era qualcosa che ci diceva: ci dev’essere qualcosa di meglio.
E c’era: per casualità (esistono le casualità?!) abbiamo scoperto un post del blog caminomundos que parlava di un certo “housesitting”
EUREKA! 


COS’È 'STA ROBA DELL' HOUSESITTING?
L'housesitting è una gran idea: si tratta di trovare una casa con animali da "coccolare" mentre i padroni se ne vanno in vacanza, viaggio, altra casa, ecc...

CIOÈ STAI GRATIS IN UNA CASA SENZA FAR NULLA?
Non è proprio così: nel momento in cui diventi “sitter” e un “owner” ti lascia la sua casa avrai un gran potere. E come ben ci ha insegnato l’amico spiderman “da grandi poteri derivano grandi responsabilità”.
Pensaci: un perfetto sconosciuto (o quasi) ti lascia le chiavi di una delle cose più importanti della sua vita e per di più ti lascia in custodia i suoi amici (più o meno) pelosi: il tuo dovere è quello di trattare animali e casa come se fossero tuoi.




E COSA DEVI FARE?
Dipende da ogni casa/owner: la maggior parte dei propiertari ti chiederà semplicemente di dar da mangiare agli animali e di dargli mucho amooor
In altri dovrei occuparti di tagliare l'erba del giardino, portare a passeggiare il cane, raccogliere le uova delle galline, ecc, ecc...
Ovviamente non tralasciare la pulizia della casa: l’ideale sarebbe che, tornato dalle vacanze, il padrone non si ritrovi una discarica con le pareti piene di graffiti e l’erba del vicino più verde perché quella del suo è passata a miglior vita. 
Ma poi dai, che te lo dico a fare? 



E TI PAGANO?
No, l’ housesitting è un lavoro volontario. A cambio de prenderti cura della casa e degli animali domestici potrai guadagnare un sacco di cose: sarà un’esperienza única (e con un po’ di fortuna meravigliosa), risparmierai i soldi dell’alloggio, wifi, potrai viaggiare slow, conoscerai meglio un luogo e se ti piacciono gli animali potrai farti nuovi amici a 4 zampe (e se non ti piacciono... non fare housesitting... che poi come fanno a non piacerti!?). 



QUINDI È TOTALMENTE GRATIS? 
No. Per incontrare una casa dove fare housesitting dovrai registrarti in una (o più) web dove cercare annunci, inviare la tua proposta e ricevere (speriamo) risposte positive. I prezzi d’iscrizione a queste web si aggira sui 20-75$ all’anno. 



DOVE POSSO TROVARE CASE DA "HOUSESITTINGARE"?
Dipende da dove vuoi vivere l’esperienza housesitting. In Nuova Zelanda per esempio la migliore è kiwihousesitters
Se invece t’interessa vivere in altri posti ti consigliamo queste pagine web:
- Trustedhousesitters (inscripción anual de 75$)
- Housecarers (inscripción anual de 50$)
- Mindmyhouse (inscripción anual de 20$)
Il mio consiglio è: pensa bene dove vuoi fare l’housesitting, cercare e leggi bene tutti gli annunci di tutte le pagine relative al paese che t’interessa, iscriviti in quella che più si adatta ai tuoi gusti e compila un profilo divertente, con molti dati e foto.


VALE LA PENA?
100% SI! È una forma di viaggiare unica e speciale: noi siamo contentissimi di aver vissuto questa esperienza (e di viverla: in questo momento sto facendo housesitting in una casa meravigliosa di Coromandel con una gatta e una cagnolona super simpatica).


Mosca superstar!


Conoscevi l’housesitting? L’hai mai fatto? Cosa ne pensi?


7 commenti:

  1. Ciao!
    Sono risalita al tuo blog da un like sulla nostra pagina facebook.
    ma è davvero carino, complimenti!
    e grazie per i consigli utilissimi!
    Ale

    loverockstheblog.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ale :) grazie per passar di qua, mi fa piacere ti piaccia il blog, è un po' novello ma è fatto con mucho ammmor :-P Un bacio!

      Elimina
  2. Io anche ne ho scritto e condivido pienamente la tua opinione. E' un'esperienza unica, incredibile. Permette di risparmiare, vivere e viaggiare in un posto, avere animali coccolosi.

    Un modo nuovo e perfetto di viaggiare, con grandi, enormi, responsabilità (io dovevo controllare che i gatti non uscissero mai di casa -non chiediamoci perché- e stavo con un'ansia pazzesca). :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah siii conosco quella sensazione di ansia pazzesca, pensa che la gatta che stiamo "sitterando" adesso ha... 20 anni: vivo con l'angoscia che passi a miglior vita (speriamo le rimanga qualcuna delle 7!). Ansia a parte, è davvero un'esperienza unica! un bacione guapa!

      Elimina
    2. Oh Santo Cielo, ci credo che vivi con l'ansia. A Sydney avevo i cani di 12 anni e speravo con tutta me stessa che stessero sempre bene! :D

      E' un'esperienza bellissima e grazie anche per essere passata sul mio blog! :*
      A presto, in giro per il mondo!

      Elimina
  3. Non conoscevo questa forma di "turismo" slow :) da amante degli animali non posso che esser felice di scoprire simili formule :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io la conoscevo fino a qualche mese fa, e devo dire che adesso sono un'housesitter innamoratissima di questa forma di viaggiare :) Un abbraccio!

      Elimina

Commenta: è gratis e non fa male a nessuno. Bè se è una critica fa male a me, ma tanto a te che te frega, così ti sfoghi e eviterai magnare un kg di gelato al cioccolato dolce e un po' salato come fai sempre!
(*lo so che lo fai*)
P.S. si accettano anche i commenti belli e positivi.
Grazie e tante care cose!