martedì 16 giugno 2015

LE TRIBÙ AFRICANE PIÙ CURIOSE

L'Africa è il continente più povero del mondo e paradossalmente è allo stesso tempo il più ricco: animali unici e selvaggi, ecosistemi incredibili, curiositá infinite e soprattutto una gran ricchezza etnica. In Africa, infatti sono presenti migliaia di tribù (o meglio gruppi etnici) che si differenziano per cultura, lingua, tradizioni e religione.


Ma quali sono le tribù/gruppi etnici più curiose/i?

1. HIMBA


dove: Nord Namibia
religione: monoteismo, adorano il Dio Mukuru
curiositá: sono una tribú semi-nomade, pastori che conservano lo stile di vita di centinaia di anni fa (il turismo lo sta modificando ed è sempre più comune che vivano grazie a donazioni). La caratteristica che più rappresenta questo gruppo etnico è il colore rossiccio della pelle e dei capelli: le donne li ungono con erbe e ocra.

2. BOSCIMANI

 

dove: Botswana, Namibia, Sudafrica, Angola
curiosità: hanno sempre vissuto grazie alla caccia, fino a quando, negli anni '90 il governo botswano ha iniziato ad espulsarli dalle loro terre e hanno iniziato a lavorare a cambio di cibo o di ridicoli stipendi. Il 13 dicembre 2006 una sentenza storica proclamó che ció che era stato fatto era incostituzionale e che il governo doveva riammettere i boscimani nel territorio del Kalahari. Detto e fatto con un piccolo dettaglio: sono stati riammessi nel Kalahari ma gli è stato proibito l’accesso ai pozzi d’acqua...  

3 MURSI


dove: Etiopia
religione: animismo
curiositá: i mursi sono pastori e agricoltori. Considerano importante dipingere il proprio corpo, sia per motivi estetici, sia come arte seduttoria, sia per espressare il proprio stato d'animo. Tra i membri della tribù è tipico decorare il proprio corpo con scarnificazioni, facendolo le donne esprimono eleganza e gli uomini forza.

4. ZULÙ


dove: Sudafrica
curiosità: gli uomini sono il capo della famiglia, le donne si occupano della casa e dei figli. Nella societá Zulu è permessa la poligamia e quanti più figli si hanno più status sociale si ottiene. Famose sono le cerimonie zulú e la forma di ballare "tremando".

5. TUAREG


dove: Algeria, Libia, Niger, Mali, Marocco, Burkina Faso
religione: islam con credenze animiste
curiositá: sono gli uomini blu del sahara, un popolo nomade che vive in grandi gruppi familiari e si muove in lungo e largo il deserto, sfruttandone l’inospitale territorio.

6. TURKANA


dove: Kenia, Sudan
curiositá: sono pastori nomadi, la loro legge permette la poligamia anche se in molti casi non si pratica (ogni volta che si sposano devono provvedere una dote di 30-50 cammelli/mucche alla famiglia della sposa). Sono famosi per indossare collari di perle colorate.

7. NUBA


dove: Sudan
religione: Islam, shamanismo
curiositá: sono un popolo di fattori, appassionati per le gare atletiche che permettono esibire corpo e forza. La scarnificazione si usa como decorazione sia negli uomini che nelle donne.

8. DINKA



dove: Sudan
religione: monotesimo, il suo Dio é Nhialac
curiosità: vivono lungo le rive del Nilo, cosa che permette loro essere pescatori a parte di agricoltori e pastori. La loro etnia si divide in 21 gruppi, ognuno con un capo. Gli uomini si tingono i capelli di un color rossiccio, mentre le donne si rasano testa e ciglia. Per fattori estetici si tolgono 2 o piú denti.

9. SURMA


dove: Etiopia
curiosità: si chiamano anche Suri e si dedicano principalmente alla pastorizia. Utilizzano le scarnificazioni come decorazione e simbolo di forza. Le donne utilizzano piatti di argilla per decorare labbra e orecchie: quanto piú grande è il piatto tanto più sostanziosa dovrà essere la dote del matrimonio.

10. MAASAI


dove: Etiopia e Tanzania
curiosità: sono un popolo di pastori nomadi. Si vestono solo di rosso con accessori e foglie colorate come decorazione. Ballano saltando.

11. PIGMEI


dove: Congo
religione: animismo, cattolicismo, islam
curiositá: sono famosi per la loro bassa statura, non superano infatti il metro e 50cm! Si dedicano alla caccia con reti e freccie. Raccolgono frutta e miele e praticano il baratto con tribú vicine.

Queste sonole tribú africane che, investigando, mi sono sembrate più curiose, ma sono sicura che questo post potrebbe essere molto più lungo e completo! 

2 commenti:

  1. Ciao, scusa per il disturbo ma volevo sottolineare che si chiamano Maasai e non Masai

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, nessun disturbo...anzi! Grazie mile per la correzione :)

      Elimina

Commenta: è gratis e non fa male a nessuno. Bè se è una critica fa male a me, ma tanto a te che te frega, così ti sfoghi e eviterai magnare un kg di gelato al cioccolato dolce e un po' salato come fai sempre!
(*lo so che lo fai*)
P.S. si accettano anche i commenti belli e positivi.
Grazie e tante care cose!