lunedì 11 maggio 2015

CORSO DI CUCINA GIAPPONESE A KYOTO

La gastronomia giapponese è senza dubbio una delle più popolari e affascinanti del mondo. Potevamo farci mancare un corso di cucina? 



Ovviamente no, e infatti a Kyoto abbiamo preso parte a una delle classi della scuola ‘Cooking Sun’ dove abbiamo cucinato un autentico bento giapponese.

COS’È UN BENTO?

È un piatto formato da piccole razioni di cibo differente, ideale da mangiare al lavoro, al parco, a casa... insomma dove vuoi tu! Potrebbe definirsi come la versione giapponese delle tapas spagnole: con un bento mangi un po’ di tutto e non ti annoi ;)
I più tipici prevedono riso, carne e verdura ma ce ne sono davvero di tanti tipi.


LA NOSTRA ESPERIENZA

I PARTE: TEORIA
Appena arrivati alla machiya (così si chiamano le case tradizionali di Kyoto) ci hanno dato il benvenuto con un sorriso e una tazza di te verde fumante.



Poco dopo è iniziata la parte teorica del corso dove ci hanno raccontato uno dei segreti base della cucina giapponese...  il segreto ha un nome: dashi broth.



Il dashi broth è un brodo che si utilizza per una infinità di ricette e piatti giapponesi. Si prepara bollendo kombu (un tipo alga), katsuobushi (scaglie di tonno secco-affumicato) e shiitake (funghi secchi). È davvero delizioso.



Abbiamo anche imparato a distiguere le diverse salse di soya (dolci, salate, piccantine), i diversi tipi di miso (bianco-dolce e marrone-salato), di sake (non solo si beve, ma si usa anche per preparare varie salse) e mi sono innamorata del mirin (una salsa dolce deliziosa che si usa, tra le tante cose, per preparare la salsa teryaki).




II PARTE: PRATICA
Ed eccoci arrivati alla parte pratica: se magna (ah no... prima bisogna cucinare!)
Il bento che abbiamo preparato era formato da 6 portate: insalata di cavolo e prugne, salmone con verdure, sushi, tamagoyaki, tempura e zuppa di miso.

1-INSALATA DI CAVOLO E PRUGNE



Ecco. A me non piace il cavolo ma per fortuna è stato l’unico piatto che ho rifilato a Rober ;)
La preparazione di quest’insalata è semplicissima: cavolo tagliato fino-fino-fino, succo di limone e prugna umeboshi (salate e fermentate). È un piatto sanissimo che riscuote un gran successo tra i giapponesi ma forse troppo strambo per il palato occidentale!  

2-SALMONE CON VERDURE




Eh questo sì che ci è piaciuto! Salmone e verdure (taro, carote, funghi) cotti a fuoco lento nel dashi broth al quale abbiamo aggiunto salsa di soya e mirin.

3-TAMAGOYAKI





Il tamagoyaki è la frittata giapponese, semplice e saporita: si prepara con un uovo + un cucchiaino di salsa di soya + un pizzico di zucchero. Si batte il tutto per bene e qua viene la parte bella: si prepara facendo un ‘roll’, un involtino.

4-TEMPURA







Uno dei miei piatti giapponesi preferiti: verdure/pesce impastellati e fritti. Abbiamo fatto tempura di zucca (buonaaaa), di gamberi, di funghi, di una cosa verde strana e melanzana. La pastella è facilissima da fare: solo acqua e farina!

5-ZUPPA DI MISO



Uno dei piatti giapponesi più famosi: si usa, di solito, come accompagnamento a piatti di noodles, riso o carne. Si prepara con brodo di dashi broth, alghe e miso ( pasta fermentata di semi di soya e sale marina).

6-SUSHI





Cosa posso dirvi sul sushi che non sappiate già? Bè per esempio che al riso per il sushi  (di tipo glutinoso )si aggiunge una gran quantità di aceto e... zucchero! Quando è pronto è importantissimo mescolarlo bene (per far sí che aceto e zucchero siano assorbiti) e usare un ventaglio per raffredderlo (oh, manco fosse Cleopatra!). Non appena posso pubblico la ricetta completa, per adesso accontentatevi delle foto ;)

III PARTE: SE MAGNA!



Il momento che tutti aspettavamo... ma che bello (e che buono)!
Mi è sempre più chiaro che la gastronomia è uno degli aspetti più importanti di un paese e di una cultura: un corso di cucina, un pranzo tipico a un ristorante autentico, un giro al supermercato locale dovrebbero essere consigliati in qualsiasi guida... come se fossero monumenti famosi!


(per correttezza chiarisco che siamo stati invitati dalla scuola di cucina in quanto bloggers di www.mochileandoporelmundo.com ma le opinioni sono oneste: parola di lupetto!) 

INFO-DATI UTILI

Dove: Funaya-cho 679, Higashinakasuji Matsubara agaru, Shimogyo-ku, Kyoto
Orari: 09.30-13.30h
Prezzo: 7.200 -7.800 (50-60€ dipendendo dal numero di partecipanti)
Web: http://www.cooking-sun.com
Pro: i professori sono gentili, professionali, parlano inglese perfettamente. Il locale è fantastico: una casetta tradizionale giapponese deliziosa. Ingredienti di prima qualità e cibo abbondante.
Contro: la machiya è favolosa ma se devo trovare una cosa negativa forse non era molto luminosa...  
Ne vale la pena? Se sei un appassionato della gastronomia giapponese secondo me sí: pensa che mangerai benissimo e imparerai a cucinare veri piatti giapponesi! 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta: è gratis e non fa male a nessuno. Bè se è una critica fa male a me, ma tanto a te che te frega, così ti sfoghi e eviterai magnare un kg di gelato al cioccolato dolce e un po' salato come fai sempre!
(*lo so che lo fai*)
P.S. si accettano anche i commenti belli e positivi.
Grazie e tante care cose!