mercoledì 28 gennaio 2015

CONFESSIONI DI UNA FALSA ESTROVERSA

Alla fine, quella ragazzina di 20 anni che non sopportavo perché era troppo cicciottella, troppo rompiballe, troppo saccente, troppo lunatica, troppo imperfetta, risulta che non era del tutto male. Sì, lo ammetto: più passa il tempo e più mi piace stare con me.


Credevo di essere un’estroversa e invece mi sbagliavo: alla soglia dei 30 anni so, con certezza, che sono un’introversa

Occhio, ho detto introversa non un'eremita! Chi mi conosce, probabilmente penserà che sto scrivendo questo post ubriaca: ‘Lety introversa? Ma se è sempre la più cogliona della serata!’. Ehhh amici, tutta apparenza: in realtà sono un agnellino vestito da lupo. Un lupo coglione.



Se non ci credete vi dimostro scientificamente il perché:

1-Non m’importa andare al cinema, andare al ristorante, andare a fare un viaggio da sola. Anzi, mi piace!

2-Se in aereo mi tocca il posto in mezzo a quello del finestrino e del corridoio mi tocco la tetta sinistra scongiurando la possibilità di viaggiare con uno sconosciuto alla destra e un altro alla sinistra. Se vedo che il presagio si avvera entro in depressione. E mi metto gli auricolari.

3-Non mi piace il contatto fisico se non super-mega necessario. Esempio: se sto precipitando da un burrone e l'omino del soccorso alpino mi tende la mano per salvarmi non mi da fastidio eh. Oppure, se è natale ti abbraccio con piacere (ma solo se abbiamo un 2º grado di parentela o ci conosciamo da minimo 15 anni). Ecco, non regalarmi mai un pack spa+massaggio. 

4-Ho fatto finta di non aver letto un messaggio o di non aver visto una chiamata. Più di una volta. Più di 10 volte. Oh non lo faccio mica sempre. Qualche volta rispondo pure (se non vuoi correre il rischio di non ricevere risposta non chiamarmi).

5-Il mio lavoro perfetto è quello che si fa online. 

6-Una giornata passata a leggere e scrivere è una giornata top. Se poi ci mettiamo una pizza + coca è il top (in questo caso sono anche disposta ad andare in pizzeria con altri esseri umani!)

7- Alcune delle più epiche conversazioni che ho mai avuto, le ho fatte tra me e me. (Con l’omino del cervello, sí!)

8- Ho raptus omicida ogni volta che qualcuno mi racconta in 10 minuti quello che si potrebbe tranquillamente liquidare in 2 minuti.

9-Mi sento sola quando sono in mezzo a un sacco di gente. Il mio gruppo perfetto è fatto da 2, 3, massimo 4 persone. Eccezione fatta se c'è cibo, tanto e buono o sono ubriaca.

10-Parlare di cose inutili mi fa venir voglia di prendermi a martellate il mignolo (perché non ho le palle). Se non abbiamo nulla di interessante da dire stiamo zitti, grazie. 

Bonus track
Siccome un'immagine vale più di mille parole guardate questi capolavori:









E tu? Sei un falso estroverso come me? Un introverso dichiarato fin dai tempi del cordone ombelicale? Un estroverso convinto? Un introverso perverso? Ok, se sei un introverso perverso non lo voglio sapere. Me ne vado. Ciao.

1 commento:

  1. Mi riconosco praticamente in quasi tutti i punti!
    Crescendo ho scoperto di essere una falsa estroversa. Tutti dicono che sono solare, chiacchierona... è così, ma la verità è che amo anche stare sola, passando pomeriggi a scrivere e leggere, soprattutto se le alternative non sono entusiasmanti. Non ho problemi a mangiare sola, uscire sola, viaggiare sola. Sarà che crescendo divento sempre più esigente e mi voglio sempre più bene... ma se non ho la compagnia giusta preferisco lasciar proprio stare e dedicarmi a me stessa.

    RispondiElimina

Commenta: è gratis e non fa male a nessuno. Bè se è una critica fa male a me, ma tanto a te che te frega, così ti sfoghi e eviterai magnare un kg di gelato al cioccolato dolce e un po' salato come fai sempre!
(*lo so che lo fai*)
P.S. si accettano anche i commenti belli e positivi.
Grazie e tante care cose!