mercoledì 21 gennaio 2015

10 CONSIGLI PER VIAGGIARE IN SRI LANKA

Se stai preparando un viaggio in Sri Lanka e ti senti come un pesce fuor d'acqua, non preoccuparti: sei arrivato sul posto, anzi sul post, giusto: oggi ti do 10 consigli per viaggiare in Sri Lanka in modo low cost (e senza morire nell'intento).





1 FAI IL VISTO ONLINE
È facile e indolore: visita questa pagina e segui le istruzioni (pagare, ricevere un e-mail e iniziare a sognare con le palme di cocco dello Sri Lanka). C'è anche l'opzione di fare il visto on arrival, direttamente all'arrivo in aeroporto ma... costa 5$ in più (e sai che 5$ di qua e 5$ di là fanno la differenza). 

2 COMPRA UNA SIM NELL' AEROPORTO
Nell'aeroporto di Colombo, dopo aver superato lo shock da lavatrice (sì, sì vendono un sacco di elettrodomestici! Robe che manco da Euronics, davvero non ci sono paragoni) devi comprare una cosa: una SIM card. Anzi, non devi nemmeno comprarla: te la regalano. Ovviamente la Sim ha un saldo minimo ma almeno... hai un telefono attivo: puoi fare ricevere chiamate nazionali (super cheap) e utilizzare internet (super cheap too). La sim dura 30 giorni. Ti consiglio la compagnia "DIALOG": economica e con buon servizio.


3 OCCHIO AI BIGLIETTI D'INGRESSO
Se viaggi con un budget low cost devi stare attento ai biglietti d'ingresso: la maggior parte delle attrazioni turistiche sono a pagamento. E che pagamento: se decidi visitare Sigiriya, Anuradhapura e Pollonaruwa preparati a sborsare una settantina di dollari. Meritano? Non proprio tutte... prossimamente ti svelerò quali sì e quali no (ok, se hai fretta te lo dico già: Sigiriya SÌ, Anuradhapura si può visitare gratis con qualche escamotage, Pollonaruwa se hai già visto Ayutthaya, Sukkothai o Angkor Wat non merita). 

4 QUAL È LA SPIAGGIA PIÙ BELLA DELLO SRI LANKA?
Sri Lanka ha la fama di avere alcune delle più belle spiagge del mondo e... che dire. Sarà che noi venivamo dalle Maldive, sarà che in passato abbiamo sguazzato tra le acqua cristalline della Cambogia, della Tailandia, della Malesia, delle Filippine ma no, non abbiamo trovato spiagge fantastiche in Sri Lanka. Oh, non son neanche brutte eh: file chilometriche di palme di cocco, onde selvagge e tanto, taaaanto spazio per te però non sono, secondo me, le migliori dell'Asia. C'è un'eccezzione: Unawatuna. Unawatuna ci è piaciuta un sacco: il mio consiglio è quello di noleggiare una moto ed esplorare la zona. Se hai la fortuna di poter visitare la "Pigeon Island" (vicino a Nilaveli, nel nord-est), cosa che noi non abbiam fatto visto che non era l'epoca adatta, potresti portarti a casa un ricordo indelebile: dicono che lo snorkeling lì sia spettacolare. 




5 VIAGGIA (E MANGIA) COME UNO DEL POSTO
Se vuoi fare un viaggio low cost devi comportarti come uno del posto: usa il trasporto pubblico e magia nei ristorantini di strada. In questo modo spenderai poco e vivrai un'esperienza più autentica. Ne vale la pena. Ed oltre ad essere low cost è anche molto più divertente: le situazioni assurde sono garantite!

6 IL LIBRO DELLA GIUNGLA
Lo Sri Lanka è un paradiso per gli amanti dei Parchi Naturali. Noi abbiamo visitato quello di Yala e siamo stati fortunatissimi (qua ti racconto il felinissimo perché). Il famoso "tour" per vedere le balene, invece, non mi ha entusiasmato troppo, direi che è "OK", anche se sinceramente può risultare un po' noioso. Però non preoccuparti: se vuoi vedere animali, ti assicuro che li vedrai... soprattutto perché saranno loro a venir da te (te lo dice una che ha fatto pipì con un esercito di rane e un serpente che la spiavano... ovviamente non me n'ero accorta sennò altroché pipì: mi cagavo addosso!Ok, scusate il francesismo).



UN TUK TUK AL GIORNO TOGLIE IL MEDICO DI TORNO ;-)

7 COSA NON DEVI PERDERTI PER NULLA AL MONDO
Per me ci sono 4 punti fondamentali: Sigiriya (se non vuoi spendere i 25$ di entrata puoi scalare la "montagna" Pidurangala per pochi cent di €), Haputale (esplorare l'highlands dello Sri Lanka, con i suoi campi di te, l'aria fresca, i serpenti spioni, non ha prezzo), il Parco Nazionale Yala (se poi lo fai dormendo in una casa albero come noi l'esperienza indimenticabile è assicurata), Unawatuna (dopo tanti trekking, templi e stupe, autobus-giocattolo un pit-stop al mare fa benissimo).

8 INFORMATI: IL TSUNAMI
Il 26 Dicembre 2004 è una data che lo Sri Lanka non potrà mai dimenticare: lo tsunami che si portò via la vita di 29.957 persone non glielo permetterà. Quella dello tsunami è una ferita che non si è ancora emarginata (potrà mai farlo?). Abbiam parlato del tema con il nostro amico Amila e sinceramente, è una tragedia che f venire la pelle di gallina. In caso di tsunami la cosa più importante è non perdere la calma e attuare rapidamente: allontanati dal mare e scappa verso il punto più alto che vedi. 




9 INFORMATI: LA GUERRA CIVILE
Purtroppo non sono solo i disastri naturali ad aver macchito di sangue questa bella terra: l'uomo, il peggior nemico di se stesso, ha contribuito alla tragedia. Durante 26 anni lo Sri Lanka è stato lo scenario di una delle guerre civili più terribili che si ricordano. Il motivo? Come molto spesso succede la "colpa" ce l'ha la religione, anzi, l'odio religioso. 
Dopo l'indipendenza dello Sri Lanka nel 1948, il nuovo stato considerò legittimo apportare qualche modificazione alla situazione politica... i sinagalesi (abitanti di origine buddista) decisero di abolire molti dei privilegi economici e politici che i tamil (abitanti di origine hindù) avevano goduto durante la colonizzazione britannica. Esempio: si decise di togliere la nazionalità ai tamil e si proclamó il singalese e il buddismo come lingua e religione ufficiale.
I Tamil reagirono con forti proteste e la parte più radicale fondó un gruppo di lotta armata (tigri tamil) che esigeva la creazione di uno stato indipendente (Tamil Eelam).
Furono anni di sangue e terrore fino a che, nel 2009, le ultime tigri tamil si arresero. Si stima che le vittime furono più di 80.000.
Oggi come oggi i tamil sono integrati anche se il rapporto tra Sri Lanka e India continua ad essere teso (nel sud dell'India, mentre viaggiavamo in moto, un uomo ci fermò per dirmi di cambiarmi maglia: mi disse che la scritta "sri lanka" che appariva non piaceva molto da quelle parti).

Questo tema meriterebbe un approfondimento sicuramente maggiore, se volete saperne di più date un'occhiata qua.

10 OCCHIO AL TEMPO
Lo Sri Lanka è piuttosto piccolo ma... ha due monsoni diversi: la miglior epoca per viaggiare è da ottobre a marzo (il monsone colpisce la zona nord-est, la meno visitata). Durante la nostra estate, invece, il monsone colpisce il sud. 




E tu? Sei stato in Sri Lanka? Conosci altri consigli indispensabili per quelli che stanno programmando un viaggio nella "lacrima d'India"? 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta: è gratis e non fa male a nessuno. Bè se è una critica fa male a me, ma tanto a te che te frega, così ti sfoghi e eviterai magnare un kg di gelato al cioccolato dolce e un po' salato come fai sempre!
(*lo so che lo fai*)
P.S. si accettano anche i commenti belli e positivi.
Grazie e tante care cose!